Annunci

Come riconoscere la chetosi

Come riconoscere la chetosi

Come fare per accertarsi che gli sforzi compiuti nel seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati siano abbastanza efficaci da indurre uno stato di chetosi? Impara a riconoscere la chetosi e tieni sotto controllo i tuoi chetoni.

Una dieta chetogenica è composta per il 70-75% da grassi, per il 20-25% da proteine e per il 5-10% da carboidrati. Per una persona media che ha bisogno di 2.000 calorie giornaliere, ciò significa un massimo di 50 grammi di carboidrati al giorno.

Come riconoscere la chetosi

Seguire una stretta dieta a basso consumo di carboidrati e assumere meno di 50 grammi di carboidrati al giorno non significa necessariamente che il tuo corpo passerà alla chetosi. Ad esempio, fare esercizio o assumere troppe proteine può farti uscire dalla chetosi: ci sono diversi modi per accertarti che il tuo corpo sia passato alla chetosi.

1. Alito che odora di acetone

L’acetone è uno dei tre attributi dei corpi chetonici prodotto in conseguenza della trasformazione in energia degli acidi grassi nel fegato e nei reni. Come risultato del rilascio di acetone, l’odore dell’alito cambia quando si entra nella chetosi. Può assumere un odore “fruttato” o persino “metallico” assimilabile a quello delle mele troppo mature.

2. Aumento della sete e secchezza delle fauci

Un sintomo tipico del passaggio a uno stato chetogenico è l’aumento della sete: il corpo infatti usa tutto il glicogeno in eccesso e aumenta il bisogno di urinare. Ma usare la sete come indicatore per scoprire se si è entrati in uno stato chetogenico è un metodo molto impreciso.

3. Misurare i chetoni nelle urine

Un modo più preciso per controllare uno stato di chetosi è usare delle strisce reattive per misurare i chetoni nelle urine, conosciute anche come Ketostix. Queste strisce sono molto utili per misurare il livello di chetoni nelle urine velocemente e spendendo poco: se ti trovi in uno stato di chetosi, la striscia cambierà colore. Di solito in allegato alle strisce troverai anche delle istruzioni per scoprire quanto è “profondo” il livello della chetosi.

Come riconoscere la chetosi 1

3. Misurare i chetoni nelle urine
Un modo più preciso per controllare uno stato di chetosi è usare delle strisce reattive per misurare i chetoni nelle urine. Queste strisce sono molto utili per misurare il livello di chetoni nelle urine velocemente e spendendo poco: se ti trovi in uno stato di chetosi, la striscia cambierà colore. Di solito in allegato alle strisce si trovano anche delle istruzioni per scoprire quanto è “profondo” il livello della chetosi.

4. Analisi del sangue

Le analisi del sangue sono il metodo più preciso per assicurarsi che il tuo corpo sia entrato in uno stato di chetosi. Le analisi di chetoni nel sangue sono di solito usate da persone affette da diabete.

Infine, non meno importante, vorrei dire che Le diete chetogeniche non sono una garanzia di perdita di peso!!

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: